Ciao Amore,

ormai sono sei mesi che te ne sei andato senza darmi neanche la possibilità di salutarti, se non il bacio che ci siamo scambiati prima di dormire. Alcune volte mi viene di odiarti per averci lasciati, non ce lo meritavamo, il nostro Amore era talmente grande che meritava di essere presente nelle nostre vite. Quella tragica notte non te ne sei andato solo te, ma anche una gran parte di me. Quello che mi trattiene sono solo i nostri due meravigliosi figli che continuano a cercarti ovunque e io che non so mai cosa dire e come comportarmi, gli dico che se ascoltano attentamente avranno l’occasione di sentirti, ma  faccio fatica anch’io a resistere a questo dolore. La vita prosegue, ma sono completamente persa senza di te, perchè non so cosa fare, ti occupavi di tutto te, e stanno succedendo tante cose che faccio fatica a capire. La Banca ci continua a richiedere le rate del mutuo, gli ho spiegato che sto cercando un nuovo lavoro, il direttore mi è sembrato carino ma ha detto che non dipende da lui, e a breve metteranno all’asta la casa se non paghiamo. I miei ci stanno cercando di aiutare, ma fanno fatica già a farci un po’ di spesa e stavano pensando di vendere la loro casa, anche se piccola, ma poi ci sarebbe il problema dell’affitto. Vorrei che tu fossi qui e mi dicessi cosa devo fare. Non riesco neanche a respirare dalle cose che stanno capitando…Cambiare lavoro, non pensavo fosse così difficile, o mi manca una cosa o l’altra, ho detto che sono disposta a tutto basta guadagnare di più, ma niente. Giacomo mi ha chiesto di comprargli la bici, ma non so dove prendere i soldi, e Silvia vorrebbe smettere di andare a scuola, secondo me perché vede le difficoltà in cui siamo. Saresti orgoglioso di me, finalmente ho cominciato a camminare, da quando ho venduto la macchina, tanto mi hai sempre detto che fa bene… Sinceramente, Amore mio, spero ogni mattina di svegliarmi sapendo che ho avuto soltanto un brutto incubo. Non so cosa faremo, ma cercheremo di farci forza, se puoi cerca di vegliare su di noi, perché io non so come fare.

La tua adorata

Questo è stato ciò che ha vissuto una donna a cui è venuto a mancare il marito, l’unico portatore di reddito, i nomi sono stati modificati volutamente, ma la storia è una storia che spesso si ripete.

Abbiamo la pretesa e pensiamo di essere eterni, ma in realtà l’unica certezza che ci rende tutti uguali è che prima o poi dovremmo finire la nostra corsa.

Il vero problema è che non sappiamo quando, e spesso, troppo spesso, capita quando meno ce lo aspettiamo, lasciando nel caos più completo tutti i nostri cari che, oltre a subire la tragica esperienza di non avere più il loro caro vicino, si trovano in situazioni spesso drammatiche.

Anche qui possiamo continuare a far finta di niente, ma se non pensiamo per tempo alla dei nostri cari, possiamo solo sperare che la superstizione che ci ha impedito di parlarne e affrontarla sia a loro sufficiente.

Il resto son chiacchiere!

Articolo informativo ai fini della vendita. Per informazioni rivolgersi in Agenzia.

Vuoi conoscere il metodo della SuperSerenità?

SÌ, VOGLIO SAPERNE DI PIÙ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Mostra i commenti sul post